Direkt zum Inhalt
x

Notaresco

L'antica origine di Notaresco è attestata dal ritrovamento di tombe del VI-VII secolo in contrada Santa Lucia. Nelle fonti è presente per la prima volta con il nome di Notaresco, probabilmente perché prescelto come luogo per l'edificazione di un castello voluto da Lotario. Col nome Nutarisco compare nel 1324. Sin dal XIV secolo, quasi senza pausa, fu feudo dei duchi Acquaviva fino alla metà del 1700, vale a dire fino all'estinzione dell'ultimo erede di questa potentissima famiglia. Da un punto di vista architettonico, all'impianto urbano, di stampo quattrocentesco, testimoniato dalla presenza di numerosi palazzi in stile, si contrappongono le opere di fortificazione poste ai margini del centro storico delle quali sopravvivono soltanto pochi ruderi. La chiesa parrocchiale, intitolata a San Pietro e Sant'Andrea Apostoli, ha l'interno barocco e tra i palazzi civili, per lo più ottocenteschi, vanno ricordate le Case De Vincenti e Mazzoni. Nei pressi di Notaresco si trova Guardia Vomano con la bellissima chiesa di San Clemente, documentata dall'897, bell'esempio di architettura romanica abruzzese fu ricostruita all'inizio del XII sec. e nel corso di recenti restauri è stata rinvenuta una cripta; sulla facciata il portale del 1108, all'interno una statua lignea di gusto trecentesco e il Ciborio tra i più antichi d'Abruzzo.

 

Provincia: Teramo

CAP: 64024

Prefisso: 085

Altitudine: 250

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.6575013, 13.8939941