Salta al contenuto principale
x

I paparazzi e Ennio Flaiano

Il neologismo "paparazzo" divenne famoso grazie al film di Federico Fellini "La dolce vita". Nel film, Paparazzo era il cognome di un giovane fotoreporter, perennemente alla ricerca di scoop per le strade e nei ritrovi romani. Sull'origine del nome, che divenne subito popolare per identificare appunto i fotografi al servizio delle cronache mondane e scandalistiche, circolano diverse versioni. Sembra che Fellini stesso si divertisse a raccontarla ogni volta in modo diverso.Secondo alcune versioni, Fellini si ispirò al nome di un portiere d'albergo, Corialano Paparazzo, personaggio di un libro di George Gissing che stava leggendo all'epoca. Altri attribuiscono la paternità della parola Paparazzo allo scrittore abruzzese Ennio Flaiano, sceneggiatore del film, che, descrivendo i fotografi, paragonò l'obiettivo della macchina fotografica all'apertura e chiusura delle valve delle "paparazze", grossi mitili così chiamati in dialetto abruzzese, e, per estensione, così fu chiamato il personaggio dietro la fotocamera.

Il grande sceneggiatore, scrittore, giornalista, umorista, critico cinematografico e drammaturgo Ennio Flaiano è nato a Pescara il 5 marzo 1910 ed è morto improvvisamente a Roma il 20 novembre 1972. Nella sua città natale, è attiva l'Associazione Culturale Flaiano, fondata da Edoardo Tiboni, che ogni anno lo ricorda con svariate iniziative e in particolare con l'assegnazione dei Premi Internazionali Flaiano di letteratura, cinema, teatro e televisione.

Featured

42.4617902, 14.2160898