Situato tra le colline della provincia di Chieti, Crecchio conserva integro il suo aspetto di piccolo borgo medievale. In passato era un sito di rilevante importanza strategica e si presenta ai vostri occhi con un inestimabile patrimonio storico, culturale e artistico che ha il suo fulcro nel Castello Ducale, situato in un punto strategico, tra i due corsi d’acqua dell’Arielli e del Riopago.

Costruito nel 1200 attorno a una torre di avvistamento normanna, fu ampliato nei secoli successivi perdendo nel 1700 il suo carattere difensivo con l’aggiunta di alcuni elementi architettonici che gli conferirono una nuova natura spiccatamente residenziale. Come testimonia una eccezionale documentazione fotografica, divenne meta e rifugio di sovrani, principi e personalità che segnarono un’epoca della storia del paese. Oggi ospita il Museo dell’Abruzzo Bizantino e Altomedievale che che conserva testimonianze della vita dei Bizantini in Abruzzo, della guerra contro i Goti e delle vicende che riguardarono la zona costiera tra fine del sesto e l’inizio del settimo secolo. All’interno del Museo anche una mostra permanente dal titolo “Etruschi in Abruzzo”.

Nel vostro girovagare tra le vie del borgo soffermatevi a visitare le Chiese di Santa Maria da Piedi e del Santissimo Salvatore e il Santuario di Santa Elisabetta: tre piccoli gioiellini di questa incantevole località. 
Famoso l’evento estivo “A cena con i bizantini“, una grande festa che rievoca la presenza bizantina in Abruzzo fra il VI e il VII secolo. Un coinvolgente corteo in abiti d’epoca percorre le vie del borgo mentre, con una suggestiva organizzazione in costume, vengono proposti piatti e ricette della cucina bizantina e altomedievale. Tra queste, potrete assaporare l’agnello alla bizantina e sentirvi parte di questa storia antica.

Crecchio fa parte del Club dei Borghi più Belli d’Italia.