Percorsi

Tra le meraviglie del Parco regionale Sirente-Velino

By 22 Febbraio 2021Aprile 28th, 2021No Comments
  • Lunghezza (km): 83.20
  • Dislivello (m): 910
  • Difficoltà: media
  • Durata (ore): 0

Itinerario: Monticchio (L’Aquila) – Rocca di Mezzo – Secinaro – Fontecchio – Fagnano Alto – San Demetrio ne’ Vestini – Monticchio (L’Aquila)

Descrizione: procedendo dal centro di Monticchio, una delle numerose frazioni che compongono il capoluogo aquilano, verso i vicini borghi di Valle d’Ocre e San Felice d’Ocre, ci si immette sulla SR 5bis in direzione del maestoso Altopiano delle Rocche. La salita è lunga e costante fino a raggiungere – dopo aver oltrepassato l’ennesima frazione del comune di Ocre (San Martino) – i 1434 metri di Rocca di Cambio che ne fanno il paese più alto dell’Appennino, immortalato anche nel film “Il ritorno di Don Camillo” del 1953. Da non perdere una visita all’abbazia di Santa Lucia con il suo ricco ciclo di affreschi trecenteschi. Con pedalata fluida e leggera dopo pochi chilometri si arriva a Rocca di Mezzo, nel cuore del Parco regionale del Sirente-Velino, la cui sede istituzionale trova accoglienza all’interno dell’originale Villa Cidonio realizzata nei primi anni del Novecento in stile eclettico liberty. Da segnalare che in diversi luoghi della zona furono girate alcune scene del film “La strada”, capolavoro di Federico Fellini del 1954, premiato con l’Oscar nel 1957.

Superato il paese, si svolta a sinistra sulla SP 11 Sirentina e dopo un breve strappo si giunge al Passo della Forcella (1404 metri), oltrepassato il quale ci si può rilassare in discesa godendo degli spettacolari panorami offerti dai colorati prati del Sirente posti ai piedi della cresta rocciosa. Dopo il passaggio al borgo agricolo di Secinaro le due ruote proseguono senza sosta fino al vicino centro di Tione degli Abruzzi, anticipato dalla frazione di Goriano Valli con il suo castello-recinto e torre di avvistamento a pianta circolare. Si prende quindi a destra verso il borgo di Santa Maria del Ponte, dove è possibile ammirare la collegiata risalente all’XI secolo. In sequenza si attraversano prima i binari della ferrovia L’Aquila-Sulmona e poi il fiume Aterno, riconnettendosi alla SR 261 Subequana in direzione Fontecchio. Il suo centro storico merita una visita approfondita in quanto conserva intatta la caratteristica di borgo fortificato medievale, con porte di accesso, tratti di alte mura e maestosi palazzi. Imperdibili la torre dell’orologio e la fontana trecentesca.

Mantenendo le acque del fiume sulla sinistra si giunge a Fagnano Alto, il più settentrionale dei comuni della Valle Subequana. Tra i numerosi punti di interesse, nella frazione di Campana presenta un ponte di epoca romana, il primo di quelli realizzati dall’imperatore Claudio sull’Aterno (se ne trova un altro in prossimità della frazione di Beffi, nei dintorni di Tione degli Abruzzi). Ripassati sulla sponda destra si incontra il borgo di Stiffe, frazione di San Demetrio ne’ Vestini, conosciuto per la presenza di grotte carsiche con spettacolari cascate, fruibili tramite visite organizzate. Abbandonato il territorio del Parco regionale del Sirente-Velino, prima del rientro a Monticchio le pedalate conclusive regalano le ultime emozioni: la visione sulla sinistra, in alto sulla collina tra la vegetazione, del solenne monastero fortezza di Santo Spirito di Ocre e, soprattutto, la meravigliosa chiesa di Santa Maria ad Cryptas a Fossa, con un ciclo di affreschi riconducibili agli ultimi anni del XIII secolo che lasceranno il cicloturista letteralmente senza fiato, molto più dei chilometri affrontati in sella alla bicicletta.

Curiosità: alcuni comuni toccati dal tour (Fagnano Alto, Fontecchio, San Demetrio ne’ Vestini, Tione degli Abruzzi, Villa Sant’Angelo) fanno parte dell’areale di produzione dello Zafferano dell’Aquila DOP. Posti ad un altitudine massima di 1000 metri, tra le varie coltivazioni della zona, piccoli appezzamenti di terra tra ottobre e novembre si riempiono dei caratteristici fiori violacei, pronti per essere raccolti e lavorati per estrarne la pregiata spezia, autentico oro rosso d’Abruzzo.

Pendenza media: 4,4%

Pendenza massima: 17,6%

Difficoltà: tour medio

Dislivello:

910m

Lunghezza Km:

83,2

Punto di Partenza:

Monticchio (L’Aquila)

Punto di Arrivo:

Monticchio (L’Aquila)

Mappa

36.jpg

Coordinate GPX:

Tour36.gpx

Richiedi informazioni per questo itinerario


CAPTCHA

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.


CAPTCHA con immagine


Inserire i caratteri mostrati nell’immagine.